abile - Bloggando - diversamentecuoco.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Una scoperta sensazionale a Morciano di Romagna, i disabili vanno a fare la spesa!!

diversamentecuoco.it
Pubblicato da in Disabilità ·
Tags: disabilitàdiversamenteabilehandicapdiscriminazioneinvaliditòcivilepensionediinvaldità
 
Una scoperta sensazionale a Morciano di Romagna, non era nemmeno immaginabile che anche i diversamente abili fanno la spesa. Ma intervistiamo l’autore dell’impensabile gesto:
 
D – Mi scusi ma lei è veramente disabile oppure è un finto invalido?
 
R – Ma come si permette io sono un disabile, o come vi piace a voi normodotati definirmi handicappato, ho una invalidità civile riconosciuta.
 
D – Ma non potevamo nemmeno pensare, ma nemmeno osare immaginare che voi disabili fate la spesa.
 
R – Vede caro signore tante cose voi normodotati non potete pensare e nemmeno immaginare perché siete purtroppo limitati, mi spiego   meglio voi avete una visione del mondo che comprende solo voi, voi pensate solo a voi stessi ed alle vostre esigenze. Quelli che sono le esigenze ed i bisogni di noi diversamente abili voi non li considerate neanche in parte perché non avete una minima idea di quello che sono i nostri bisogno per ignoranza, ed i n buona parte perché non vi interessa. Ma noi disabili, facciamo la spesa, come voi, mangiamo come voi, andiamo al bar a prendere il caffè come voi, facciamo le stesse cose che fate voi normodotati con la differenza che le facciamo superando gli ostacoli che voi tutti i giorni vi premurate di metterci.
 



Le faccio subito un bellissimo esempio, anzi due come lei sa in via XXV Luglio è presente da tanti anni un supermercato, piccolo sì, ma molto ben fornito con prodotti di ottima qualità e con il personale molto preparato e cordiale, io normalmente vado a fare la spesa lì. Bene durante la Fiera di San Gregorio, voi normodotati avete ben pensato di chiudere tutti gli accessi al supermercato ed al negozio adiacente. Non solo avete ben pensato di vendere lo spazio del marciapiede così che chi acquista il suolo pubblico per esercitare una attività è autorizzato ad occuparlo rendendo così impossibile il passaggio.
 
Bene adesso qualcuno mi spiega perché io non posso fare la spesa nel mio supermercato di fiducia durante la Fiera di San Gregorio? Se questo esempio non vi basta vi informo che il marciapiede di Piazza Risorgimento quello lato negozio di fiori per intenderci è fruibile l’accesso al marciapiede da via XXV Luglio ma poi un disabile rimane bloccato sul marciapiede perché gli scivoli in via Roma sono occupati dalle bancarelle.



 
Però pensate un po' una settantina di anni fa circa i nostri padri costituenti mettevano mano a quella che tuttora viene definita la più bella del mondo la Costituzione della Repubblica Italiana. La Costituzione è tutto un sì, è la legge del desiderio è tutta positiva ma soprattutto è scritta utilizzando un linguaggio semplice chiaro a tutti, almeno dovrebbe. Loro settanta anni fa hanno ben pensato di tutelare quelli che sono i diritti fondamentali di ogni individuo, diritti che oggi nel 2017 mi vengono negati, mi spiego meglio nell’articolo 3 della Costituzione della Repubblica Italiana scrivono:
 
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
 
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
 
Bene vi invito a soffermarvi su queste parole: tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di condizioni personali questo cosa significa molto semplicemente che voi normodotati siete uguali a noi diversamente abili, avete gli stessi diritti, lo scrivevano settanta anni fa mica ieri e penso che sia di facile comprensione per tutti.
 
Non solo scrivevano anche all’articolo 16:
 
Ogni cittadino può circolare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale, salvo le limitazioni che la legge stabilisce in via generale per motivi di sanità o di sicurezza. Nessuna restrizione può essere determinata da ragioni politiche.
 
Ogni cittadino è libero di uscire dal territorio della Repubblica e di rientrarvi, salvo gli obblighi di legge.
 
Adesso soffermiamoci su queste parole: Ogni cittadino, quindi anche io diversamente abile, può circolare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale questo in poche e veramente semplici parole significa che io cittadino diversamente abile posso andare dove voglio all’interno del territorio nazionale e quindi anche al supermercato a fare la spesa.
 
Se questo non fosse sufficiente per chi si occupa di assegnare gli spazi di suolo pubblico per la Fiera di San Gregorio mi permetto di segnalare anche la legge 1 marzo 2006 n. 67 Misure per la tutela delle persone con disabilità vittime di discriminazioni dove all’articolo 2 comma 2 si enuncia:
 
Si ha discriminazione diretta quando, per motivi connessi alla disabilità, una persona è trattata meno favorevolmente di quanto sia, sia stata o sarebbe trattata una persona non disabile in situazione analoga.
 
Bene adesso che vi ho segnalato che mi sono stati lesi i miei diritti costituzionali e dopo che vi ho informati che sono vittima di discriminazione diretta, volete porre rimedio a questi errori, che per me sono un problema di qualità di vita.
 
 
Fabio Avanzolini
 
 
 
 
 
 
© 2017 diversamentecuoco.it di Fabio Avanzolini. Tutti i diritti riservati.



diversamentecuoco.it © di Fabio Avanzolini. Tutti i diritti riservati.
CREDITS               COOKIE POLICY                 PRIVACY
Torna ai contenuti | Torna al menu