leggi e diritti - diversamentecuoco.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Non c’è proprio nessuna necessità di perdersi in righe, pagine, del codice civile o essere sommersi da centinaia di fogli fotocopiati contenenti leggi o decreti perché a noi “diversi” a noi handicappati come qualche cafone normodotato ama definirci, hanno pensato ben settanta anni fa i nostri padri costituenti inserendo nella meravigliosa Costituzione della Repubblica Italiana l’articolo 3 che recita:

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Pensate settanta anni fa i miei diritti di diversamente abile del 2017 sono stati tutelati in cinque parole senza distinzione di condizioni personali, con queste parole comprensibili a tutti anche ai normodotati che mi definiscono handicappato, anche a quelli che mettono la macchina nel parcheggio riservato ai disabili senza averne diritto, a quei piloti di formula uno che parcheggiano sulle strisce pedonali o sugli scivoli impedendomi di spostarmi agevolmente, si anche loro sono in grado di capirlo perché è scritto con parole veramente semplici, così semplici che sono comprensibili anche dai bambini anzi loro oltre che a capirle le mettono anche in pratica.
Ma purtroppo in Italia ci piace molto complicare le cose semplici e allora abbiamo bisogno di ulteriori leggi, di decreti e di cavilli e in queste pagine parliamo proprio di leggi e diritti.
rappresentazione stilizzata di colore bianco di un uomo in sedia a rotelle che sembra in movimento su sfondo di colore blu
Parliamo di leggi e di diritti quindi non possiamo che cominciare dall’inizio dalla prima pagina di questo immenso libro pieni di codici e cavilli, ma noi iniziamo dal principio dalla madre di tutte le leggi la
diversamentecuoco.it © di Fabio Avanzolini. Tutti i diritti riservati.
CREDITS               COOKIE POLICY                 PRIVACY
Torna ai contenuti | Torna al menu